Contributi a fondo perduto internazionalizzazione

Modul Print

Il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) inietta nuova liquidita nelle misure per l’internazionalizzazione gestite dal Simest.

Viene disposta la riapertura delle misure previste dal fondo legge 394/81, accompagnate dal cofinanziamento a fondo perduto per tutte le misure, eccetto la misura che riguarda la patrimonializzazione.

Le imprese potranno richiedere i contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati a partire dal 28 ottobre 2021 e, salvo esaurimento delle risorse disponibili, fino al 3 dicembre 2021.

Le misure di sostegno previste da Simest riguardano:
La partecipazione a fiere internazionali
I programmi di inserimento nei mercati esteri
L’acquisizione dei servizi di temporary export manager
La realizzazione di investimenti in ambito e-commerce
La realizzazione di studi di fattibilità e l’assistenza tecnica all’estero

Finalità

La Simest ha finalità di supportare le imprese in tutte le fasi di crescita nei mercati esteri, anche all’interno della UE e i benefici che le imprese ottengono da queste agevolazioni sono la possibilità di promuovere con migliore efficacia i propri prodotti e di sviluppare l’approccio nei mercati esteri.

Le imprese possono usufruire di un contributo a fondo perduto e di un finanziamento a tasso agevolato.

Fiere e mostre: finanziamento massimo di 150.000 euro nel limite del 15% dei ricavi dell’impresa desumibili dall’ultimo esercizio, può coprire fino al 100% delle spese preventivate. La quota di finanziamento a fondo perduto ottenibile è il 25% entro il limite previsto dal regime del temporary framework.

Ingresso in mercati esteri: il massimo finanziabile può raggiungere il 100% del totale preventivato e non può superare il 25% del fatturato medio dell’ultimo biennio, d aun minimo di 50 mila euro fino 4 milioni di euro. Anche in questo caso è previsto il cofinanziamento a fondo perduto.

Temporary manager: si può coprire fino al 100% delle spese preventivate nel limite del 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. Il massimo finanziabile è di 150 mila euro, il minimo è di 25 mila euro.

E-commerce: sono ammesse due modalità:
Realizzazione diretta della piattaforma (max finanziabile 450.000 euro)
Utilizzo di un market place finalizzato al commercio elettronico fornito da terzi (max 300.000 euro)
Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate nel limite del 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. Il minimo importo finanziabile per entrambi i casi è 25.000 euro.

Formazione e post vendita: sono finanziate le spese di formazione del personale in loco nelle iniziative di investimento in paesi esteri. La formazione va effettuata dopo la realizzazione dell’investimento che non deve essere antecedente di 12 mesi la data di presentazione della domandalimite massimo finanziabile 300.000 euro. Le spese per l’assistenza post vendita collegata a un contratto di fornitura sono ammesse a finanziamento per un massimo di 100.000 euro.
Le spese preventivate sono coperte fino al 100% nel limite del 15% dei ricavi medi dell’ultimo biennio.

Modalità presentazione domanda

Per maggiori informazioni: Contributi e ed internazionalizzazione – Dott. Roberto Vianello – System dati.

Paolo Francescon Fotografo
Informazioni su Roberto Vianello 17 Articoli
Laureato in Economia e Commercio presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1995. Iscritto al Registro dei Revisori Contabili. Ha frequentato corsi di specializzazione in diritto tributario e finanza aziendale. Attualmente svolge l'attività di Sindaco in varie società private e pubbliche. Aree di specializzazione: area fiscale; area societaria; area contrattuale; finanza aziendale; controllo di gestione. Sito Web