Canale Vimeo della Fondazione Benetton Studi e Ricerche

La Fondazione Benetton Studi Ricerche non si ferma in questa fase di emergenza. Anche se a seguito delle disposizioni del governo le porte della sede di via Cornarotta a Treviso sono chiuse e gli eventi pubblici in programma nei mesi da marzo a giugno sono stati sospesi, la Fondazione sta continuando a lavorare sui progetti in corso e su quelli futuri e sta rendendo accessibili, in particolare attraverso il suo canale Vimeo, molti contenuti relativi alle sue attività di ricerca, edizione e divulgazione.

Da venerdì 17 a giovedì 23 aprile, è disponibile la visione del documentario I giardini del tè di Dazhangshan, regia di Davide Gambino, in collaborazione con Gabriele Gismondi, prodotto dalla Fondazione nell’ambito della trentesima edizione (2019) del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino dedicata appunto a I giardini del tè di Dazhangshan, nella Cina meridionale, un paesaggio contemporaneo in grado di raccogliere il senso della storia e di proiettare nel futuro il valore di un ambiente rurale nel quale l’uomo stabilisce una relazione di armonia con la natura.

Nelle prossime settimane saranno resi disponibili anche gli altri documentari realizzati in occasione delle ultime edizioni del Premio Carlo Scarpa e dedicate ai villaggi di Osmače e Brežani (Bosnia-Erzegovina), al sito Maredolce-La Favara (Palermo), al Jardín de Cactus di Lanzarote e ai Céide Fields irlandesi; nonché il Diario da un viaggio di studio in Kazakistan e Uzbekistan, realizzato in occasione del Premio Carlo Scarpa 2016.

Vi ricordiamo inoltre che nel canale Vimeo sono disponibili anche molti altri contenuti relativi alle attività di studio e ricerca della Fondazione nel campo del paesaggio, in particolare le videoregistrazioni delle sedici edizioni delle Giornate internazionali di studio del paesaggio.

Oltre ai documentari del canale Vimeo, si fa presente che è accessibile in remoto anche il catalogo della biblioteca, dedicata in particolare al paesaggio, alla storia veneta, alla storia del gioco; così come la ricerca Treviso urbs picta, consultabile online attraverso la banca dati trevisourbspicta.fbsr.it e le audioguide pubblicate sull’applicazione izi.TRAVEL, per chi, in attesa di poter passeggiare nuovamente per la città di Treviso, volesse intraprendere un viaggio virtuale alla scoperta o riscoperta della città dipinta, delle sue facciate affrescate e della sua storia.

Per quanto riguarda la stagione concertistica dedicata a Venezia e alla sua musica antica, i concerti sospesi, e in attesa di riprogrammazione, saranno raccontati in diretta web, attraverso tre appuntamenti settimanali, in programma i prossimi giovedì 16, 23 e 30 aprile alle ore 17. Per poterli seguire è necessario iscriversi, inviando la propria email all’indirizzo musica@fbsr.it entro le ore 12 del mercoledì precedente. Agli iscritti sarà poi inviato il link con cui accedere alla diretta.
È possibile inoltre riascoltare alcuni concerti delle passate stagioni, attraverso i podcast pubblicati nel sito della Fondazione, www.fbsr.it, nelle pagine del progetto Musica antica in casa Cozzi.

Infine, è in corso di preparazione anche una speciale edizione ebook di alcuni volumi pubblicati dalla Fondazione, che saranno resi liberamente accessibili dal sito www.fbsr.it.