Sketch for Syria, cover by Kristen Jubran

Sketch for Syria, allo IUAV 132 architetti espongono il loro taccuino

Copertina: opere di Kristen Jubran

Nel luglio 2016, lo IUAV di Venezia, l’Agenzia Onu UN-ESCWA e I-Barbon S&L avevano lanciato una call for drawings con l’obiettivo di raccogliere idee e progetti per la Siria.

L’iniziativa si inserisce in una lunga serie di proposte avviate nel 2016 in favore della Siria: l’Omaggio di Venezia a Palmira, dedicato all’archeologo Khaled Al Asaad; il convegno Urbicide Syria/Postwar reconstruction, con i massimi esperti internazionali di architettura, arte e archeologia in Siria; la stesura e la condivisione della Carta di Venezia della ricostruzione; e ancora, l’accordo firmato il 14 luglio con UN–ESCWA, l’Agenzia Onu che ha l’incarico di realizzare l’Agenda per la ricostruzione della Siria.

Sketch for Syria © Paredes Pedrosa
Sketch for Syria © Paredes Pedrosa

Proprio in seguito a quell’accordo è nato il progetto Sketch for Syria, un appello agli archietti di tutto il mondo a cui lo IUAV ha distribuito taccuini da disegno dove immaginare i possibili scenari per la ricostruzione. Hanno risposto all’appello ben 132 architetti provenienti da 26 paesi; tra questi, 52 taccuini sono pervenuti da architetti siriani, da Damasco, da Aleppo, Hama, Latakia e Tartus, dimostrando la forza propositiva dell’architettura.

Gli architetti hanno voluto comunque lasciare un segno: alcuni ripercorrendo sentieri passati o immaginari, altri tracciando ipotesi di futuro, altri ancora riflettendo sul dramma dei profughi e dei migranti. Tutti, comunque, sollevando una provocazione artistica e usando la matita come arma di pace: è il pensiero progettante di IUAV che si pone come baluardo di resistenza umanistica.


SKETCH FOR SYRIA Un impegno globale per la Siria, è in mostra all’Università Iuav di Venezia. 132 taccuini disegnati da architetti di tutto il mondo.

Inaugurazione: 17 gennaio 2017, ore 17 – Università Iuav di Venezia – Tolentini, Galleria del rettorato, Santa Croce 191 Venezia. Apertura: da 17.1.17 a 24.2.1017, h. 10.30 – 17.30

A cura di Jacopo Galli con Luna Rajab. Allestimento di Marco Ballarin, Jacopo Galli. Intervengono Alberto Ferlenga, Benno Albrecht, Monica Centanni, Nohad Haj Salih.