ID Mostre – Novembre


IDM – Italiandirectory Mostre, è la selezione delle mostre del mese da parte della redazione Arte di Italiandirectory: non le più famose ma quelle che ci appassionano.


In chiusura

In prima linea. Donne fotoreporter in luoghi di guerra

Fino al 13 novembre 2016 – Torino – Palazzo Madama
Orari: dalle 10.00 alle 18.00 – chiuso il martedì

70 fotografie scrivono la durezza di quello che accade nei luoghi di guerra, scatti che non hanno bisogno di parole ma solo di documentare lo spazio e il tempo. Come sostiene la fotoreporter britannica Alison Baskerville, una delle quattordici fotografe scelte per la mostra, “è impossibile dire se un’immagine è stata scattata da una donna o da un uomo” perché non è nemmeno importante conoscere “chi” è l’autore, quello che conta è la testimonianza di ciò che queste immagini vogliono lasciare.

Capolavori ritrovati della collezione di Vittorio Cini

Fino al 15 novembre 2016 – Venezia – Palazzo Cini
Orari: dalle 11.00 alle 19.00 – chiuso il martedì

La mostra è una straordinaria occasione per ammirare alcune delle opere più significative e meno note della raccolta del conte Cini: un nucleo di dipinti di pittori veneti, alcuni eccezionalmente esposti al pubblico per la prima volta, che restituiscono il tenore qualitativo di una delle raccolte d’arte antica più importanti del Novecento italiano.

Ordina il catalogo.

Peggy Guggenheim in Photographs

Fino al 27 novembre 2016 – Venezia – Ikona Gallery International School of Photography
Orari: dalle 11.00 alle 19.00 – chiuso il sabato

21 fotografie dei più importanti fotografi del Novecento per celebrare la donna che ha trovato il suo destino nell’essere protettrice dell’arte contemporanea durante la Seconda Guerra Mondiale e per i trent’anni successivi, colei che ha intuito artisti nascenti e ha più volte attraversato l’Oceano in nome della sua grande passione, per farla conoscere all’Europa e all’Italia: Peggy Guggenheim.

Per approfondimenti sulla vita di Peggy Guggenheim consigliamo il film documentario Peggy Guggenheim. Art addict e i libri Una vita per l’arte, Peggy Guggenheim. Un sogno d’eternità e Peggy Guggenheim. Una donna, una collezione, Venezia.

In corso

Maya. Il linguaggio della bellezza

Fino al 5 marzo 2017 – Verona – Palazzo della Gran Guardia
Orari: tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30 – per aperture straordinarie consultare il sito

Un popolo saggio, che lasciò importantissimi esempi di arte e architettura, di raffinati sistemi matematici e astronomici, ma anche un popolo di guerrieri perché la guerra, a quel tempo, era un’arte. In questa visione essenziale della vita e del mondo il corpo assume un ruolo particolare e centrale: per questo motivo il progetto proposto nell’esposizione ruota attorno alla bellezza del linguaggio corporeo, che sia un uomo, un animale o una divinità.

Prenota il catalogo.

Orlando furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi

Fino all’8 gennaio 2017 – Ferrara – Palazzo dei Diamanti
Orari: tutti i giorni 9.00 – 19.00

La mostra si propone (con ottimi risultati) di rispondere a questa curiosa domanda: quali immagini affollavano la mente dell’Ariosto mentre componeva il poema che ha segnato il Rinascimento italiano? Quali opere d’arte alimentarono il suo immaginario? Nelle celebrazioni per i cinquecento anni della prima edizione dell’Orlando furioso la città ospita i capolavori dei più grandi artisti del periodo –da Mantegna a Leonardo, da Raffaello a Botticelli e Tiziano– oltre a sculture antiche e rinascimentali, incisioni, arazzi, armi, libri e manufatti di straordinaria bellezza e preziosità. L’insieme delle opere esposte farà rivivere il fantastico mondo cavalleresco del Furioso, dei suoi paladini e delle sue dame.

Ordina il catalogo.

Vivian Maier. Nelle sue mani

Fino all’8 gennaio 2017 – Arengario di Monza
Orari: feriali 10.00-13.00 / 14.00-19.00, sabato e festivi 10.00-20.00 – chiuso il lunedì

Quando la passione è superiore al bisogno di essere famosi…così è stata la vita di Vivian Maier, pressoché sconosciuta durante la vita e ora considerata una delle massime esponenti della street photography. La sua peculiarità di non uscire mai di casa senza la sua Rolleiflex la porta ad avere un archivio di oltre 120.000 negativi. La mostra presenta oltre centro fotografie di questa vasta produzione, un importante contributo per scoprire questa donna straordinaria.

Per conoscere Vivian Maier: Alla ricerca di Vivian Maier. La tata con la Rolleiflex. (DVD e libro) e i volumi Vivian Maier fotografa e Vivian Maier. Una fotografa ritrovata.

Il mondo che non c’era. L’arte precolombiana nella Collezione Ligabue

Fino al 6 gennaio 2017 – Rovereto – Fondazione Museo Civico
Orari: 9.00-12.00 / 15.00-18.00 – chiuso il lunedì

L’umanità è una sola e non si può dimenticare che nella storia del mondo non vi sono primi o secondi, grandi e piccoli, ma che in ogni popolo si ritrovano fermenti, origini, principi radici di ciò che noi oggi siamo. Giancarlo Ligabue

In questa prospettiva vanno cercati i segni attraverso le opere esposte, per compiere un viaggio nel cuore delle civiltà Mesoamericane che inizierà dalle testimonianze della cultura Tlalica e Olmeca (dal 1200 al 400 circa a.C.) fino dall’arrivo di Cristoforo Colombo.

Per approfondimenti: L’arte precolombiana in Mesoamerica, L’architettura precolombiana in Mesoamerica e Commentari reali degli Incas.

Appena inaugurata

MATTOTTI – SCONFINI

Fino al 19 marzo 2017 – Passariano di Codroipo – Corpo Gentilizio di Villa Manin
Orari: dalle 10.00 alle 19.00 – chiuso il lunedì

Pittore, illustratore, autore, viaggiatore, Lorenzo Mattotti è un artista eclettico, difficile da classificare.

Così lo presenta il sito ufficiale e non possiamo che essere d’accordo perché le 400 opere esposte sono una diversificata e illuminante dimostrazione di questo poliedrico artista italiano.

Ordina il catalogo. Vedi anche Venezia. Scavando nell’acqua, Fuochi, Le avventure di Pinocchio e Inferno.