Applicazioni dell’intelligenza artificiale alla diagnostica medica

AI in medicina Sapienza

Il IV ciclo di conferenze “Visioni di Futuro”

Dove: Giovedì 2 Maggio 2019 alle 15:30 – Sala Seminari- Ingegneria- Via Andrea Doria, 3 Latina

Il IV ciclo di conferenze “Visioni di futuro”, organizzato da Sapienza Università di Roma con le sue strutture presenti nel Polo di Latina affronterà un ampio arco di tematiche connesse alla sostenibilità ambientale ed economica. Una condizione ambientale non più sostenibile e un’economia frammentata e incerta su cui le conferenze intendono fornire elementi di riflessione critica e portare all’attenzione tecnologie e metodi innovativi delle ingegnerie. Tecnologie e metodi che affrontano la complessità dei fenomeni dalla scala macrodello sviluppo locale e dei nuovi modelli di transizione energetica a quella microlegata alla centralità dell’acqua nella vita del nostro pianeta, fino a considerare le relazioni con il nostro corpo connesse alle applicazioni dell’intelligenza artificiale alla diagnostica medica.

Ogni evoluzione scientifica e tecnologica ha quasi sempre avuto una ricaduta rilevante nel settore biomedicale. E talvolta è stata proprio la comunità scientifica impegnata in questo settore a realizzare importanti scoperte o invenzioni, poi trasferite in altri domini di applicazione. Sulla rete è ormai possibile trovare moltissime informazioni relativamente all’uso delle tecnologie di Intelligenza Artificiale (IA) nel settore biomedicale su quasi tutti i campi applicativi, dalla diagnosi alla terapia, dalla farmacologia alla fisiologia.

Il processo di trasferimento tecnologico multidirezionale tra medici, ricercatori e industria è sempre molto complesso e lo è ancora di più quando la velocità del cambiamento tecnologico e socio-culturale è estremamente rapida, come accade ai giorni nostri. La sua gestione richiede una comprensione approfondita e multidisciplinare di tanti mondi diversi, che riguardano aspetti scientifici, legali, etici, ma che al contempo devono operare in armonia.

In questo contesto problematico, la conferenza focalizzerà l’attenzione sulle metodiche e gli strumenti attualmente utilizzati nel settore medico, e sulle tecnologie innovative che si possono impiegare per migliorare la qualità dei risultati ottenibili, con gli occhi aperti al futuro e a come la medicina potrà cambiare nei prossimi anni.

Le domande a cui si cercherà di dare risposta sono: quali sono gli strumenti reali che può avere a disposizione un medico per migliorare la sua capacità diagnostica? In che modo l’uso dell’IA si trasforma in un vantaggio perla salute del cittadino? Quali sono i punti di attenzione da osservare per tutelare il malato? In particolare, si metteranno a confronto il punto di vista del ricercatore che si occupa di diagnostica medica con il punto di vista dell’industria che mira arealizzare prodotti efficaci che possano recepire appieno le esigenze mediche.

Interverranno: Fabrizio Frezza, Professore Ordinario di Campi elettromagnetici, Facoltà di Ingegneria dell’Informazione, Informatica e Statistica, Università La Sapienza sede di Latina; Alessandro Palombo, R&D Advisor Project Consulting s.r.l; Vito D’Andrea, Professore Ordinario di Clinica Chirurgica Generale, Coordinatore del Dottorato in Tecnologie avanzate in Chirurgia, Università La Sapienza di Roma; Umberto Nanni, Professore Ordinario di Ingegneria Informatica, Presidente del Consiglio d’Area Didattica Ingegneria dell’Informazione, Università La Sapienza sede di Latina.

INFORMAZIONI

About the Author

ID.Studio
ID.STUDIO è il team editoriale di Italiandirectory dedicato alla produzione di contenuti tecnici, culturali e scientifici.