crowdfunding

Crowdfunding secondo System Dati

Il termine crowdfunding deriva dall’unione di due termini: crowd, che significa “folla”; funding, che significa finanziamento.

Si potrebbe dire che il crowdfunding è un particolare strumento che può essere utilizzato da persone fisiche, società ed enti per raccogliere fondi da terzi attraverso specifiche piattaforme online sfruttando quindi le potenzialità di Internet al fine di portare avanti un progetto economico, ma non necessariamente, offrendo ai propri sostenitori delle ricompense di natura finanziaria o economica ovvero nessuna ricompensa.

In un periodo in cui per le banche diventa difficile o quasi impossibile erogare il credito alle fasce di operatori sottocapitalizzati, con scarsa redditività, con rapporti bancari irregolari o più semplicemente che hanno idee innovative utilizzare il crowdfunding può voler dire supplire al venire meno dei canali di finanziamento tradizionali.

Negli ultimi anni il crowdfunding si è diffuso, anche in Italia, ed è sempre più utilizzato per realizzare progetti che altrimenti non vedrebbero la luce, tra cui le startup, le pmi innovative o semplicemente le Pmi in generale.

Ed è proprio qui che entra in gioco il crowdfunding: sempre più startup si affidano a questa forma alternativa di finanziamento per raccogliere i fondi necessari per partire con la propria attività.

Esistono fondamentalmente varie tipologie di crowdfunding, vediamole insieme.

Donation-based crowdfunding

È un modello attraverso il quale il donatore devolve altruisticamente il proprio denaro a sostegno di una causa specifica, non ricevendo in cambio alcuna ricompensa o, al massimo, ricompense simboliche, spesso intangibili.

Per continuare la lettura: Systemdati: crowdfunding