Biomasse dal legno in Europa: un report

Pellets | Italiandirectory

Il mercato europeo del pellet

E’ stato recentemnte pubblicato un rapporto a cura del dipartimento americano dell’agricoltura (USDA) che offre una panoramica del settore delle bioenergie in Europa nel quale si trovano, tra gli altri, dati interessanti sul consumo e produzione di pellets nei paesi della EU.

La commissione europea stima che entro il 2020, la produzione di biomasse per l’uso di riscaldamento e come fonte di energia elettrica costituirà il 45% del complessivo utilizzo di energie rinnovabili. Per confronto, l’uso di biocarburanti per trasporto, si stima costituirà circa il 12%.

L’Europa è il più grande mercato del mondo per il pellet in legno, con un consumo di circa 18,7 milioni di tonnellate l’anno scorso. La stima è una crescita della domanda fino a 21 milioni di tonnellate per il 2016, con equa distribuzione tra uso residenziale e industriale.

generale

Produzione di pellet

L’Europa è il più grande produttore di pellet dal legno con una produzione di circa 12,5 milioni di tonnellate nel 2014, circa il 50% della produzione mondiale.

La Germania è il terzo produttore di pellet dal legno nel mondo, dopo gli USA ed il Canada, con circa 70 impianti di produzione. Nel 2014 la sua produzione è stata di 2,1 milioni di tonnellate, il 90% del quale è stato prodotto da residuati dell’industria del legno. Il secondo produttore è la Svezia, autosufficiente per una quota che varia dal 70% al 90%. La produzione di pellet dal legno ha visto un significativo incremento in diversi paesi: in Francia, dovuta a un forte incremento nel consumo per riscaldamento residenziale, come pure in Austria che si è fatta subto notare come nuovo esportatore ma in cui la domanda interna sta crescendo progressivamente.

La crescita della capacità produttiva, molto attiva è la ricerca per materiali di base alternativi alla segatura ed ai residui dell’industria del legno, non sarà tuttavia sufficiente a soddisfare la domanda europea sia per il riscaldamento residenziale sia per la produzione di energia elettrica.

Produzione pellets EU

Consumo di pellet

L’europa produce circa il 50% della produzione mondiale, ma il consumo rappresenta circa l’80% del mercato. Del consumo totale di 18,7 milioni di ronnellate nel 2014, circa i due terzi sono stati consumati per il riscaldamento ed un terzo per la generazione di energia elettrica.

Gli inverni 2013-2014 e 2014-2015 hanno leggermente rallentato la crescita nel consumo di pellets per il riscaldamento, ma il trend resta in deciso rialzo. I maggiori consumatori europei di pellets sono la Gran Bretagna, l’Italia, la Danimarca, la Germania e la Svezia.

Consumi pellets in EU

Italia grande consumatore di pellet

L’Italia è il maggior mercato in Europa per consumo di pellet residenziale; le stime indicano che l’utilizzo di pellet crescerà a oltre 3 milioni di tonnellate nel 2015 e a 5 milioni nel 2020. Poichè la produzione di pellet in Italia si prevede più o meno costante a 0,5 milioni di tonnellate annue, l’Italia dipenderà fortemente dalle importazioni. Nel 2015 l’Italia ha importato 1,9 MT di pellets dei quali circa 0,8 MT da paesi extra europei. Considerazioni logistiche e di mercato indicano che Stati Uniti e Canada saranno il maggior fornitore italiano nei prossimi anni.

Importatori

Il report “EU Biofuels Annual 2015” può essere scaricato (PDF) dal sito dell’USDA FAS.

ID.Studio
Informazioni su ID.Studio 330 Articoli
ID.STUDIO è il team editoriale di Italiandirectory dedicato alla produzione di contenuti tecnici, culturali e scientifici.